La pineta ospita il Caltabell’Art 360°

Caltabell’Art 360°

Principio portante del progetto portato avanti dal GAC, gruppo attivo caltabellottese, è stato la riqualificazione del territorio, e in particolare, la restituzione della pineta, ex discarica ed ora area bonificata, alla cittadinanza. Si è, sostanzialmente, fatto della pineta un posto nuovo in un luogo vecchio, il tutto arredato con materiale di scarto e la si è immaginata come un museo a cielo aperto.
Caltabell’Art 360° 2Questo progetto si è concretizzato nella giornata del 6 Agosto, con la manifestazione Caltabell’Art 360°, che si è svolta grazie all’aiuto e alla collaborazione con il Farm Cultural Park di Favara. In questa giornata, la pineta è stata concepita come un vero laboratorio d’arte, e si è dato spazio a professionisti locali, accademici e non, che hanno messo in mostra le proprie capacità. L’idea di fondo è stata quella di realizzare opere che resteranno all’interno del parco. A tal proposito hanno dato il proprio contributo diversi ragazzi caltabellottesi che si sono cimentati, sia in ambito figurativo, con la decorazione ad esempio di alcuni tronchi di alberi, sia nell’intrattenimento musicale, mettendo in atto una vera e propria “jam session”.

Diversi sono stati gli ospiti della giornata. Tra questi, si annoverano Salvatore Rizzuti, che con un contributo fisico, ha prestato la sua immagine alla causa, o ancora, la ballerina di latino americano, nonché campionessa regionale caltabellottese, Sharon D’Antona, accompagnata dal partner Antonino Mulè Gentiluomo. Il laboratorio svolto nella giornata è divenuto, nella sera, un vero e proprio incontro culturale. Infatti, grazie alla preziosa collaborazione di Giacinta Giacopello Pumilia, il Caltabell’Art 360° nella sera ha cambiato location, trasferendosi in un giardino di una casa d’arte, presso “Algiardinodipetra”, dove sono stati letti brani e poesie che hanno ad oggetto Caltabellotta, sia da un punto di vista storico, che culturale. Si è, inoltre, dato spazio ad altre figure di notevole rilievo come Elena Albiolo, giovane caltabellottese campionessa nazionale di scherma, e Alice Renda. La serata si è poi conclusa con musica dal vivo.

Tutto ciò, è importante sottolineare, è stato realizzato grazie all’aiuto di contributi privati, ed è bene ricordare che il GAC, ha iniziato questo progetto di volontariato ma che è ben accolto chiunque abbia un progetto da portare avanti, o semplicemente voglia spendersi per il bene del proprio paese.

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Serena Barbiera

Serena Barbiera

Nata a Sciacca l’8 dicembre 1992. Attualmente studia economia e finanza presso l’Università degli studi di Palermo.
Serena Barbiera

Ultimi post di Serena Barbiera (vedi tutti)