La Cuccìa

Cuccià

Benvenuti al primo numero di “Sapori di Triokala” , rubrica culinaria de “L’urlo Cittadino”. Mi presento a tutti voi: mi chiamo Lilli Nicolosi e non sono una cuoca!

Come voi sono cresciuta in questa terra piena di odori e sapori genuini che da oggi, i miei colleghi e io, vogliamo rivivere attraverso questo spazio.

Cuccià

E’ arrivato dicembre che porta con se una delle più belle tradizioni caltabellottesi: li virgineddi di Santa Lucia.

Il 13, giorno dedicato alla Santa Lucia, chi fa il voto ospita a casa propria dei bambini, offrendo loro la colazione, il pranzo e la cena nei quali è sempre presente la cuccìa.
Ingredienti:

1 chilo di frumento

½ chilo di ceci

Tanta ma tanta pazienza

Procedimento:

Pulire bene il frumento e i ceci, metterli ammollo in acqua per almeno tre giorni, avendo premura di cambiare l’acqua una volta al giorno. Passati i tre giorni, cuocere il tutto in acqua calda e a fuoco lento per 4/5 ore mescolando di tanto in tanto. Dopo che si sarà raffreddata la cuccìa può essere condita con limone e zucchero o vino cotto o crema di latte o, per i più golosi, nutella.

Se volete che la vostra cuccìa non cambi colore dopo la cottura, utilizzate una pentola di rame perché la moderne pentole in acciaio la faranno scurire un po’.

E ora buon appettito!

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Lilli Nicolosi

Lilli Nicolosi

Nata a Ribera nel 1987. Nel 2014 ha frequentato un corso di redazione presso la Casa Editrice “Navarra Editore” e ha collaborato con il giornale web “Palermomania”. Attualmente assistente di agronomo.
Lilli Nicolosi

Ultimi post di Lilli Nicolosi (vedi tutti)