IX EDIZIONE DEL DEDALO FESTIVAL A CALTABELLOTTA

FB_IMG_1474020939362

Si è svolta il 30 agosto la nona edizione del Dedalo Festival sotto la direzione artistica dell’ideatore Ezio Noto. La rassegna è stata realizzata grazie al contributo organizzativo della locale Pro Loco e con la collaborazione di diverse Associazioni ed Enti e di Enel Green Power. Presenti all’evento il Sindaco Paolo Segreto, il Vice Sindaco Vito Marsala, l’assessore all’agricoltura Giuseppe Zito, il segretario della Flai Cisl, lo scultore Salvatore Rizzuti, Emanuele Silvestri degli Affari Istituzionali Sicilia di Enel. IMG-20160910-WA0002Un programma intenso che ha visto protagonisti musicisti, scrittori, pittori, scultori siciliani. La mattinata è stata dedicata allo scultore Rizzuti che ha accolto nel suo laboratorio il pubblico del Dedalo, che, poi, nel Museo Civico di Caltabellotta ha animato un incontro di contaminazione culturale tra le sue sculture e altri artisti partecipanti alla manifestazione. Presente anche il poeta Marco Scalabrino di Trapani. Nel pomeriggio al chiosco Il Pellegrino sono stati presentati dei lavori di ricerca e tesi su Caltabellotta. Nel ricordo dell’editore Salvatore Coppola è intervenuta la scrittrice Marilena Monti che ha anche presentato il suo libro “Isola Emozione”. Nel tardo pomeriggio la manifestazione si è spostata nel grandioso scenario dell’Eremo di San Pellegrino dove sotto il coordinamento di Raimondo Moncanda sono stati presentati, con la presenza degli autori, i libri: “Di Schiena” di Anna Burgio, “La maledizione dell’abbazia di Thelma” di Accursio Soldano e “Il Sud Vola” di Alessandro Cacciato. E’ stato, inoltre, presentato il nuovo disco Libero Reina PSSLNA16M20I356T. E’ stato rappresentato il monologo “149 T” Donna-Bambina di e con Lucia Alessi. La giornata si è conclusa al chiosco The Brothers con una jam session a cui hanno partecipato i Disìu, Francesco Giunta, Maruzio Piscopio e Giuseppe Calabrese della Compagnia Popolare Favarese, e, vari musicisti caltabellottesi e non. Ci racconta Pino Tortorici musicista caltabellottese che ha suonato con i disìu: “Il Dedalo è sempre un’occasione importante per confrontarsi con grandi artisti. Una giornata resa spettacolare grazie anche al palcoscenico naturale che è Caltabellotta. Mi ha colpito molto una fase di Marilena Monti che, parlando della manifestazione nel nostro paese, ha detto ‹Più ci avviciniamo al cielo e più siamo tenuti a emozionarci›. FB_IMG_1474020949907Suonare con Ezio Noto e Francesco Giunta sono stati un piacere e un privilegio immensi. Era bello l’entusiasmo degli artisti che hanno partecipato, E’ stata una giornata ricca e piacevole. Di contro ho notato una scarsa partecipazione del pubblico caltabellottese che lascia un po’ l’amaro in bocca.” Come a ogni edizione, il Dedalo Festival, volando sempre più in alto, è riuscito a promuovere la sicilianità.

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Lilli Nicolosi

Lilli Nicolosi

Nata a Ribera nel 1987. Nel 2014 ha frequentato un corso di redazione presso la Casa Editrice “Navarra Editore” e ha collaborato con il giornale web “Palermomania”. Attualmente assistente di agronomo.
Lilli Nicolosi

Ultimi post di Lilli Nicolosi (vedi tutti)