Intervista a Lucio Grisafi: PIXEL N17 e l’IoT

internet-of-things

Lucio Grisafi è un noto Architetto caltabellottese, nato con la passione di ideare e creare. Come lui stesso ci racconta:” La passione per il mondo della progettualità creativa deriva unicamente dalla mia formazione culturale. Mi piace ideare; dare un’immagine concreta ad una idea. Progettare il nuovo, ecco questa è la mia passione”

Nel 2010 avvia un’attività, TLVISUALDESIGN, incentrata sulla progettazione grafica e sullo
sviluppo di siti internet. Durante i primi anni di attività si dedica alla definizione di prodotti finalizzati alla comunicazione e promozione aziendale: progettazione grafica del Logo Aziendale; definizione e costruzione
dell’Identità Aziendale attraverso la grafica coordinata;30653012_10211769314014918_6328695007133827072_n

Nel 2017 arriva la svolta: nasce PIXEL N17.
Per scoprire nel dettaglio di cosa si tratta, abbiamo avuto il piacere di incontrarlo per un’intervista.

Cos’è PIXEL N17? Di cosa si tratta?

“Pixel N17 è uno Studio di Progettazione specializzato nel Digital Graphic Design, nel Web Design
e nella Comunicazione, la Sede Operativa è a Caltabellotta. L’ambiente di lavoro principale
riguarda la creazione dei contenuti grafici per la realizzazione delle Identità Aziendali. Ci si
occupa dell’ideazione del Logo che va ad identificare l’Azienda e si procede con la progettazione
del Logotipo per definirne maggiormente il profilo, dal punto di vista della Comunicazione.
Per le Aziende la definizione di una propria immagine è un fattore decisivo, permette di essere
maggiormente riconoscibili; così anche con la realizzazione di un Sito Internet; che sia solo da
vetrina per pubblicizzare la propria attività; sia che diventi il luogo dello “Store on line” per la
vendita dei propri prodotti.
Pixel N17 si occupa anche della comunicazione indoor per i punti vendita. Il negozio fisico,
nonostante viviamo nell’era dello shopping on line, continua ad essere un luogo importante e un
punto di riferimento per i consumatori. L’esperienza che si vive in un luogo fisico è nettamente
superiore a qualsiasi altro tipo di esperienza virtuale.
Attualmente l’attività svolta, segna un continuo sviluppo di contatti e collaborazioni. Due sono
tuttora molto significative: per la New Start-it ltd, Società londinese che opera nel campo
immobiliare con specifici interessi nella nostra isola, è stato realizzato il Logo Aziendale e la
definizione di alcune campagne di web marketing; l’altra collaborazione, con una importante sigla
italiana leader nel settore della comunicazione visiva e nella gestione dell’informazione all’interno
del punto vendita, darà l’opportunità di sviluppare interessanti esperienze progettuali per i sistemi
dedicati alla comunicazione indoor dei punti vendita.”

La tecnologia fa passi da gigante ed il web è in continuo mutamento, quali saranno i prossimi
scenari per la comunicazione?

“Il mondo del web è diventato più coinvolgente, la connettività è oggi più che raddoppiata;
le reti sono diventate più veloci e lo diventeranno sempre di più nei prossimi anni. Siamo immersi
in un ambiente pluriconnesso; oggi definito globale. Un ambiente ideale per lo sviluppo di nuove
opportunità imprenditoriali e commerciali e per lo sviluppo di nuovi modelli dedicati alla
comunicazione. Grazie al potenziamento delle reti per il trasferimento dei dati, Banda Larga oggi e
Banda Ultra Larga domani; siamo nelle condizioni di riuscire a stabilire connessioni on line sul
web nella quasi totalità degli spazi disponibili. Per assurdo che possa apparire, anche a trovarsi
nel centro del deserto Sahariano; uno dei luoghi meno ospitali del pianeta, potremmo riuscire a
stabilire una connessione, utilizzando un telefono satellitare… ci potrebbe salvare la vita! qualora
avessimo svuotato la nostra borraccia piena d’acqua.”

Oggi si parla molto di IoT, cos’è?

“L’IoT è un acronimo che sta per “Internet of Things”, che trasposto nella nostra lingua lo si
traduce con “l’Internet delle Cose”. Le cose hanno oggi una loro individualità, possono averla.
Per cose intendiamo il qualsiasi oggetto materiale che potremmo utilizzare, comprare, manipolare.
Qualsiasi oggetto reale, quindi concreto, al quale sia stato abbinato un tag specifico (per tag si
intende una etichetta contenente un chip ed una microantenna). Questi oggetti saranno quindi
molto speciali, diventeranno oggetti sofisticati; oggetti “smart”, che avranno una loro
caratteristica intrinseca unica. Potranno comunicare con noi umani e potremmo interagire con
essi. “Dialogheranno” in maniera più assidua con i robot. Immaginiamo degli articoli posti a
scaffale in uno Store fisico, tramite i tag elettronici daranno informazioni agli operatori (che non
saranno necessariamente umani) sul livello di scorte disponibili o sull’approssimarsi della data di
scadenza per il consumo; daranno utili informazioni al cliente che li potrà interrogare effettuando
richieste specifiche: presenza di allergeni in etichetta per gli alimenti, caratteristiche tecniche per
gli articoli Hi Tech, …ect. Il tramite sono ovviamente i nostri smartphone, i nostri compagni di
viaggio ultratecnologici, che ci permettono di stare sempre connessi con il web.”

PIXELN17 si occuperà di IoT?

“Nel quadro delle attività svolte dalla Pixel N17, sarà molto prevalente la progettazione degli
ambienti affini all’Internet delle cose. E’ un’orizzonte verso cui indirizzare risorse ed energie.
L’evoluzione del punto vendita sarà caratterizzata dal nuovo concetto di esposizione a scaffale; gli
articoli saranno descritti visivamente da etichette non più tradizionali ma intelligenti. L’IoT
faciliterà la programmazione di nuove strategie comunicative più mirate e più coinvolgenti. Si farà
di tutto per mettere a disposizione del cliente consumatore molte più risorse possibili. Un cliente
consumatore più informato sarà molto più contento e più attento.”

L’urlo Cittadino ringrazia l’Arch.Grisafi per la disponibilità.

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Davide Parlapiano

Davide Parlapiano

Inventore e direttore del Blog "L'urlo Cittadino". Nato a Palermo nel 1994. Attualmente Consulente FinTech presso PwC Italy e studente III°Anno in Computer Science Engineering, presso SUPINFO INTERNATIONAL UNIVERSITY Trapani Campus.