Il fantastico mondo di Ezio Noto tra premi, festival, libri, Cd e film

29 copertina

Tanti avvenimenti positivi nel 2017 hanno segnato il percorso artistico ed emozionale di Ezio Noto, un anno pieno dunque per l’artista siciliano che lo ha visto impegnato in molteplici iniziative, tanti incontri, collaborazioni, teatri, scuole, eventi culturali, un Dedalo Festival a Burgio ed uno in Lucania, il premio “La campana di Burgio” ricevuto a Burgio per la sua più che ventennale attività artistica ed il premio letterario speciale Kaos “Salvatore Coppola” per il suo libro “Mio padre non conosce la mia musica”, edizione Medinova, ricevuto il 9 dicembre scorso durante il Festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana svoltosi ad Agrigento. «Questo meraviglioso riconoscimento, lo divido con chi, con me ha scritto e continua a scrivere questa piccola ma intensa storia», scrive l’artista a proposito del premio letterario ricevuto.

29 Ezio NotoUn nuovo libro ed un disco, dal titolo “Tintinnabula”, sono stati presentati al pubblico giorno 23 dicembre a Burgio che concretizzanno e promuovono la cittadina delle campane e lo spettacolo stesso svoltosi ad agosto. «Giorni di indescrivibile bellezza!» Come Egli stesso riferisce «Un grande lavoro che si concretizza. Tintinnabula, libro e disco.»

Inoltre alcune sue canzoni sono state scelte per la serie tv “Smith di Sicilia” scritta da John Peter Sloan, regista e comico di Zelig, che dopo una lunga ed estenuante ricerca di musica siciliana non convenzionale si è imbattuto nelle musiche di Ezio Noto grazie al suggerimento dell’attore Nicola Puleo, rimanendo particolarmente affascinato sia dai suoni che dalla contemporaneità delle melodie e delle parole, al punto da scegliere alcuni brani per il suo film che verrà lanciato nella tv nazionale ed internazionale (Inghilterra ed Stati Uniti). Il film presentato a Menfi il 3 dicembre, e a Sciacca il 20 dicembre al Cinema Campidoglio, è stato girato a Menfi ed a Londra, gli attori sono anch’essi anglo/siculi e le musiche quelle di Simon Hayward, tastierista dei Simple Minds e di Ezio Noto appunto che scrive:« Onorato di esserci con la mia musica assieme al grande Simon Hayward e di condividere questo progetto con persone e artisti straordinari.»

Ezio Noto: musicista, scrittore e compositore, creatore di eventi, un artista caltabellottese che emoziona e si emoziona e che con gli “Occhi di picciliddu talia lu munnu” così come Egli stesso canta nel suo brano Disìu, con gli occhi da bambino Egli guarda il mondo, quegli stessi occhi di quando, bambino, ebbe in regalo dal nonno Nino un organino della Bontempi.

 

La foto di Ezio Noto è di Flavia Farenella

 

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Patrizia Noto

Patrizia Noto

Laureata in Conservazione dei Beni Culturali indirizzo Archeologico e master in Esperto della Valorizzazione del Patrimonio Storico Culturale Siciliano. Ha pubblicato un opuscolo, Le Pietre di Caltabellotta, con un percorso visivo. Attualmente lavora, insieme alla sua Associazione SiciliAntica di cui è Presidente, alla pubblicazione di altri due libri sulla tradizione caltabellottese. E-mail: patrizianoto@libero.it