Estate: tempo di riflessioni

Caltabellotta

L’estate, indubbiamente, è la stagione più attesa e desiderata dell’anno. La si aspetta per programmare un viaggio o semplicemente per godersi un po’ di meritato relax.

L’arrivo delle belle giornate, del caldo e del sole scaturiscono un buon umore collettivo, rendendoci spesso più allegri e vivaci. Le giornate si accorciano e le notti si allungano sulle note dei tantissimi tormentoni musicali che ci fanno compagnia durante questi brevi ma intensi mesi.

Le belle giornate sono dunque il punto cardine per un’estate all’insegna del divertimento e quest’anno, ahimè, il sole e il caldo nel nostro paese hanno scarseggiato.

Quella 2018 infatti, è stata un’estate non calda e particolarmente ventosa, tanto da rovinare le belle giornate in cui poter andare al mare.

Caltabellotta, si sa, è sicuramente il paese più “fresco” in zona, e le temperature dell’estate che sta ormai volgendo al termine, non hanno di certo aiutato.

Varie manifestazioni sono state organizzate nel corso delle serate, dalla notte bianca Caltabellottese, al Migrarti Film Fest, o ancora l’ormai famoso Olio Folk Fest. L’escursione al fiume Sosio è stata un’altra bella iniziativa, ripetuta in una seconda giornata, e la messa in scena delle commedie di due compagnie teatrali Caltabellottesi, che hanno messo il loro sapere, la loro comicità e soprattutto il loro impegno nel fare qualcosa “ di buono” per Caltabellotta. Meritevole di menzione sono le tante associazioni presenti nel nostro paese che, ognuna a proprio modo, cerca di valorizzare ed esaltare le bellezze di Caltabellotta.

Il nostro paese, purtroppo, registra ogni anno sempre meno gente. Tantissimi i ragazzi che si allontano per andare a studiare, ancora di più quelli che decidono di lasciare Caltabellotta per andare in cerca di lavoro. Dati sicuramente scoraggianti per tutti coloro che avrebbero voglia di investire a Caltabellotta, dalle attività commerciali, agli immobili.

Le difficoltà, indubbiamente, ci sono ma l’impegno e la voglia di fare che tutti noi potremmo e dovremmo mettere a servizio del nostro paese, sono sicura, possano portare frutti. L’amore per questo paese deve essere la priorità di ognuno di noi, di ogni amministrazione comunale, di ogni attività, di ogni singolo cittadino. Siamo Caltabellottesi, e questo non può che riempirci il cuore di orgoglio.

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Serena Barbiera

Serena Barbiera

Nata a Sciacca l’8 dicembre 1992. Attualmente studia economia e finanza presso l’Università degli studi di Palermo.
Serena Barbiera

Ultimi post di Serena Barbiera (vedi tutti)