Articles by Patrizia Noto


33. C'era 'nna vota un Re

C’era ‘nna vota un Re…

La tradizione orale siciliana vanta un cospicuo bagaglio di racconti, motti, filastrocche, fiabe, proverbi che raccolti nella seconda metà del XIX secolo in gran parte da Giuseppe Pitrè, immortalano uno spaccato della Sicilia popolana perduta….


32.1 copertina

Napordu, il fiore della rinascita, incanta Selinunte

L’Onopordum è un fiore “resistente” che predilige crescere nelle aree disabitate ed ai margini dei sentieri o ancora vicino a macerie. In Sicilia, quando l’arsura estiva ha reso tutto giallo e secco, il napordu si…


31. Catapano, Kitubbo ed altri epiteti “ingiuriosi”

Catapano, Kitubbo, Giuranara ed altri epiteti “ingiuriosi”

C’è stato un tempo, non molto lontano, in cui ogni città del circondario aveva affibbiato un nomignolo provocatorio e spregiativo ai suoi vicini territoriali: così nascevano termini come Catapano, Kitubbo, Giuranara, Pedichiatti, Faccistagnata ed altri….


30. copertina

Lu munnu è ribelli …

Il quinto mese dell’anno, Maggio, è il mese della fecondità e del risveglio della natura. L’antico nome latino Maius potrebbe derivare dalla dea romana Maia, dea della terra, dell’abbondanza e della fertilità. Per dare il…



27. Li signi di Santa Marta

Li signi di Santa Marta: un oracolo tutto caltabellottese

L’oracolo, ossia l’arte divinatoria, è una pratica antichissima che consiste nell’interrogazione della divinità riguardo a svariati argomenti pubblici e privati: fondazioni di colonie, esito di imprese militari, salute, gravidanze, la paternità reale di un nascituro,…


28. Il vino cotto

Il vino cotto

Benvenuti nell’edizione di Novembre di Sapori di Triokala. In questo numero Vi proponiamo la ricetta del vino cotto utilizzato in cucina per la preparazione di semifreddi, secondi piatti a base di carne o gelati alla…





23.3 Salvaguardiamo la memoria!

Salvaguardiamo la memoria!

È sotto i nostri occhi l’incredibile bellezza della nostra Caltabellotta e di tutti i beni storici, artistici, archeologici ed architettonici in essa contenuta. Ma ci sono dei beni altrettanto belli e poco conosciuti che vanno…


22. Canto della Luna

CANTO DELLA LUNA

Per la rubrica, Sicilia in versi, questo mese dedicheremo il nostro spazio ad un canto della Luna tratto dall’opera Lunaria di Vincenzo Consolo. Si racconta, in una Palermo di fine Settecento, di un Viceré che…


I bambini non solo desiderano la casacca verde, ma imitano anche i grandi nelle invocazioni a San Pellegrino, accompagnandolo fino al centro abitato. -
The children not only desire to wear the green uniform, but also imitates the adults in the invocation to Saint Pellegrino, until the arrival in town.

Intervista a Giuseppe Pipia

Giorno 1 Aprile presso la Biblioteca Comunale “Guglielmo Raimondo Moncada”, davanti ad un pubblico attento ed interessato, è stato presentato il video documento della festa di San Pellegrino, patrono di Caltabellotta, festa che si svolge…



19. C'era una volta

C’era una volta…

In un contesto culturalmente e storicamente così variegato, Caltabellotta, perla sicana che da troppo tempo riposa inquieta dall’alto dei suoi 949 m s.l.m., dove passeggiando tra i vicoli più antichi del Rabbato, della Pietà o…


18. Caltabellotta ed il mistero del Santo Graal

Caltabellotta ed il mistero del Santo Graal

Il Santo Graal è la coppa con la quale Gesù svolse l’Ultima Cena e nella quale Giuseppe d’Arimatea raccolse il sangue di Cristo dopo la sua crocifissione; un oggetto sacro dunque e con straordinari capacità…