Assertività, dinamismo e resilienza: la Caltabellotta che rinasce

facebook_1533947703316

“I grandi risultati nascono sempre da un contesto di grandi aspettative”

 annoverando l’Effetto Pigmalione

 

 

“Non esistono confini se focalizzi i tuoi limiti e impari a superarli; solo in quel momento realizzerai che la diversità ha una sola connotazione positiva: il sapere.”

In ogni viaggio e in ogni luogo imparerai attraverso uno scambio, che sia per sopravvivenza, per necessità o  curiosità che il mondo si compone di creature che seguono un equilibrio per raggiungere un obiettivo comune che è l’amore e non sarà mai fine a se stesso.

Due progetti: “MigrartiFilmFest” Festival del cinema finalizzato all’integrazione /  “Incontro con gli Ebrei” tornati a Caltabellotta dopo più di 500 anni per ripercorrere un’epoca storica. Due mentori: Sabah Benziadi, un colosso del mondo dello spettacolo, tenace e intraprendente e Vincenzo Mulè, lo storico , dedito alla ricostruzione del passato e alla minuziosa ricerca di ogni dettaglio, un Team attivo formato dai volontari Pro Loco e da ragazzi di zone limitrofe, che hanno collaborato in entrambi i progetti  per valorizzare la Madre Terra o la Terra Madre, come  direbbe  il regista La Marca, e che continuano a lavorare per lo sviluppo del territorio imparando e allo stesso tempo  insegnando il valore delle origini.

Origini, che questa terra multietnica, storicamente e attualmente, continua a riproporci per non dimenticare chi eravamo e chi siamo.

 

“A people without the knowledge of their past history, origin and culture is like a tree without roots”

“Un popolo senza la conoscenza della sua storia passata, origine e cultura è come un albero senza radici”

Ho visto gli abitanti di questo paesino mobilitarsi e darsi da fare dopo anni di apatia e chiusura. Ho visto partecipazione e curiosità da parte delle città e dei paesi  limitrofi. Ho visto legami crearsi e durare nel tempo, prescindendo la nazionalità. Ho visto come la comunicazione avvenga nonostante lingue diverse e come una giusta causa riunisca e tenga unite persone diverse tra loro – artisti, professionisti, gente comune, adulti, bambini, gente di ogni dove e di ogni ceto sociale -. Esattamente ciò che volevo vedere!

Ritengo che il rispetto e l’empatia siano alla base di ogni rapporto o relazione e che la comprensione come anche l’interazione ne permettono la concretizzazione; ritengo inoltre che il confronto sia un metodo efficace per andare oltre le proprie conoscenze, che rimarranno limitate se ci precludiamo la possibilità di conoscere o aprirci per timore o paura di ciò che risulta opposto alla nostra routine.

Su queste basi è importante affermare come il coraggio sancisca la libertà e ne asserisca la rilevanza.

“Nessun uomo sarà mai veramente libero se schiavo di pregiudizi e mediocrità”.

 

In conclusione, sono convinta che il cambiamento avvenga quasi in maniera involontaria, silenziosamente e inaspettatamente quando l’entusiasmo, la sintonia e l’armonia prevalgono e non importa dove tu viva o cosa tu stia facendo. Come dice Osho: Devi essere tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo!

 

Articolo Ilaria Campisciano

Commenta con Facebook

The following two tabs change content below.
Redazione
L'urlo Cittadino (Caltabellotta nel mirino) è il Blog mensile caltabellottese. Tiene d'occhio tutto ciò che si svolge periodicamente nel centro montano: eventi, cultura, politica e quant’altro.